Maschera snowboard: come scegliere

Consigli sulle maschere snowboard

La maschera nello snowboard è un accessorio fondamentale. Una buona maschera può fare la differenza tra un’uscita memorabile e un uscita da dimenticare. Prima di rispondere alle domande più frequenti faccio un’introduzione generale con alcuni aspetti che devi conoscere quando scegli la tua maschera da snow.

Frame: è il telaio della maschera, o montatura. E’ molto importante perché da lui dipende la perfetta aderenza al viso.

Lenti sferiche: sono lenti incurvate verticalmente e orizzontalmente. Hanno un maggiore campo visivo ma la loro produzione è più costosa.

Lenti cilindriche: sono incurvate solo su un’asse. e per questo il loro campo visivo è minore delle sferiche. In pratica hanno una visuale leggermente minore in particolare verso l’alto e il basso.

Lenti fotocromatiche: Sono lenti che si adattano alle condizioni di luce. In pratica più sole c’è e più diventano scure.

Lente polarizzata: le lenti polarizzate eliminano il riverbero e cioè il riflesso del sole sulle superfici lisce e particolarmente riflettenti come l’acqua, la neve, il ghiaccio ecc. Questo è molto utile in alcune condizioni, tuttavia la luce naturale  di per se non è polarizzata, perciò con queste lenti la nostra visione è diversa dalla realtà. Questo può avere degli effetti indesiderati come la difficoltà a leggere display a cristalli liquidi (orologi e display di vario tipo), o lo smartphone.

Doppia lente: oggi per fortuna la maggior parte delle maschere  sono a doppia lente, ma ancora mi capita di vedere prodotti con una sola lente… La doppia lente è fondamentale per prevenire l’appannamento. La differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno della maschera è la causa principale della condensa. Accoppiando due lenti con una piccola camera d’aria all’interno l’appannamento si riduce drasticamente.

Maschera snowboard quale scegliere

Le maschere da snowboard sono davvero tante oggi e questo può metterti in difficoltà. Ecco gli aspetti che devi valutare:

Tipo di utilizzo

Ci sono persone che fanno snow solo nei giorni di sole, altre come me che lo fanno in ogni condizione. Prima di tutto se vuoi una maschera per ogni condizione avrai bisogno di due lenti (una da sole e una da “nebbia”) oppure una fotocromatica. Se fai backcountry, splitboard e alpinismo ti consiglio di non risparmiare sulla maschera. Quando si risale la maschera tende ad appannare più facilmente e non sempre è possibile risalire senza. Inoltre nel freeride e alpinismo le condizioni possono variare in maniera estrema durante l’uscita e dobbiamo essere sempre pronti a qualsiasi evenienza. Perciò meglio una fotocromatica o una maschera con cambio lente rapido e due lenti sempre a disposizione.

Budget

Ognuno di noi ha un budget o meglio una linea oltre la quale non vuole andare. I migliori siti web oggi danno la possibilità di filtrare la ricerca anche per budget. Il mio consiglio è quello di avere sempre un pò di elasticità. A volte con pochi euro in più possiamo avere un prodotto nettamente superiore. In pratica se il mio budget è 150 € setto 180€ per avere una visuale più completa dei prodotti a disposizione.

Forma del tuo viso

Non è da sottovalutare. Chi ha un naso un pò grande può avvertire fastidio con alcune montature. Allo stesso modo chi ha il viso molto piccolo può avere problemi di aderenza del frame. Le maschere migliori hanno frame in grado di adattarsi a quasi tutte le forme di viso. Non si può dire lo stesso delle economiche. Le donne e i bambini devono scegliere maschere apposite proprio per questo motivo. Le maschere da donna sono studiate per visi più piccoli e allo stesso modo quelle da ragazzo/a

Compatibilità casco-maschera

Spesso la maschera e il casco interferiscono uno con l’altro creando problemi. Ad esempio la maschera può spingere sul naso o al contrario possono rimanere delle zone di viso scoperte tra casco e maschera sulla fronte. Questo capita se maschera e casco hanno dei profili molto differenti. Il modo migliore di prevenire problemi di questo tipo è di acquistare casco e maschera dello stesso produttore. Se usi questo accorgimento nel 99% dei casi avrai la piena compatibilità.

Maschera snowboard appannata

Su questo tema si potrebbe scrivere un libro. Ne ho viste e sentite di ogni tipo fin da bambino. Punto primo: se avete una maschera non a doppia lente si appannerà sempre. Perciò se hai problemi di appannamento e hai una maschera economica (tipo le classiche maschere da 30 euro) scusami se sono troppo diretto ma smetti di perdere tempo a leggere e cambiala.

Se invece hai una maschera doppia lente e hai problemi di appannamento per prima cosa verifica dove si appanna. La lente si appanna nel lato interno oppure tra le due lenti.

Condensa tra le due lenti

Se si  appanna tra le due lenti se la maschera è nuova o comunque in garanzia segnalalo subito al venditore. Se non è più in garanzia smonta la lente dal frame e mettila ad asciugare in un  luogo caldo e asciutto senza esporla direttamente a fonti di calore. Non la mettere sul termo né sulla stufa per capirci. Lasciala li almeno per un giorno finché non sarà completamente scomparsa ogni gocciolina e traccia di umido all’interno. A volte può capitare che si introduca acqua tra le due lenti, in questo modo avrà modo di asciugarsi. Se il problema si ripresenta e la maschera è vecchia probabilmente il foam di accoppiamento si è deteriorato e non rimane che sostituire la lente.

Condensa  nel lato interno della maschera (la più frequente)

  • controlla che le prese di aerazione della maschera siano tutte libere da neve o altri detriti;
  • evita di mettere la maschera sulla testa quando ti fermi in particolare quando sei accaldato. E’ abbastanza logico lo so, ma vedo fare questo errore continuamente.
  • Verifica che le “schiume” della maschera siano asciutte. Se sono molto bagnate, con il calore del viso si può creare condensa.
  • Alcune persone tendono a sudare e accaldarsi più di altre nel viso. Una maschera di grandi dimensioni riduce drasticamente il problema. Le maschere migliori hanno una serie di accorgimenti (trattamenti della lente interna, schiume multidensità e  per ridurre al minimo anche l’appannamento.
  • Esistono dei prodotti specifici da applicare per prevenire l’appannamento come il Cressi Premium Antifog. Il Cressi nasce per le maschere ma funziona su tutte le lenti.
  • Per chi le ha provate tutte e non sa più come fare Smith produce una linea di maschere denominata Turbo. Le maschere Turbo di Smith hanno una micro-ventola nella parte superiore che introducono una ventilazione forzata a prova di bomba. La maschera ha un micro interruttore con due velocità nella fascia. Quando la maschera comincia ad appannarsi basta azionare il pulsante et voilà! Potete anche prevenire il problema attivando la ventola nei momenti critici.

 

Maschere snowboard: Qualità prezzo

I marchi che producono maschere snowboard e sci sono tanti e ce ne sono di ogni livello. Se è vero che esistono numerosi prodotti di alto livello e allo stesso modo prodotti molto economici, purtroppo le maschere con il giusto rapporto qualità prezzo non sono facili da trovare. Il  brand che meglio di tutti ha centrato questo obbiettivo è Out Of. Il brand non produce maschere economiche ma è davvero competitivo nella fascia tra le 99 e le 200 euro. Out Of offre una gamma di prodotti di ottimo livello grazie alle ottiche Zeiss e la tecnologia fotocromatica The One.

Ho avuto ottime esperienze anche con la fascia entry level di Spy. La lente Silver spectra è molto versatile e anche il frame ha tutto quello che serve e merita una nota di merito per l’ottimo rapporto qualità prezzo. Con circa 69 € Spy offre una maschera a lente cilindrica di tutto rispetto.

Maschera snowboard con occhiali

Ho sempre apprezzato Smith per la loro attenzione alle esigenze dei riders. In Italia si stima che 4 persone su 10 usino gli occhiali. E allora com’è possibile che così pochi marchi di maschere abbiano pensato a una soluzione. Smith da anni ha sviluppato una gamma di maschere di nome Knowledge che risponde a questa esigenza. Le maschere knowledge hanno una struttura in grado di ospitare la maggior parte degli occhiali da vista all’interno. in pratica mettete la maschera normalmente sopra i vostri occhiali. E non è finita qui. Se volete ancora maggiore comodità ha sviluppato un sistema di nome ODS3 che vi permette di montare le vostre lenti su un adattatore all’interno della maschera. Finita qui? NO, perché molti si lamentavano dell’appannamento degli occhiali all’interno… E allora ha sviluppato il sistema TURBO! Una micro-ventola integrata nella maschera che previene l’appannamento garantendo una ventilazione continua e la possibilità di scegliere tra due intensità.

Migliore Maschera da snowboard

Ognuno ha le sue preferenze, simpatie e a volte interessi economici. Ho cercato di essere  il più obiettivo possibile e questa è la mia personale classifica delle migliori maschere snowboard.

  1. OAKLEY: Non sono economiche ma di fatto il miglior prodotto sul mercato. I prodotti di punta in particolare hanno una visibilità e nitidezza di immagine incredibile.
  2. SMITH: Qualità delle ottiche molto alta. Soluzioni tecnologiche al passo con i tempi. Sfruttano un sistema di nome Porex filter per eliminare la deformazione di immagine dovuta alla pressione. Brand molto attento alle esigenze del cliente.
  3. OUT OF: In Italia sta spopolando grazie al bellissimo design e un rapporto qualità prezzo imbattibile. Le uso personalmente da anni e le consiglio alla grande.

Maschere snowboard economiche

Consigliare una maschera economica mi riesce difficile, perché con la visibilità sono piuttosto esigente. Ricorda che la visibilità è molto importante sulla neve. Non vedere bene un ostacolo a causa di una maschera di scarsa qualità può farti cadere. Procurarsi un infortunio per risparmiare su una maschera non è per niente furbo. Negli anni mi sono capitate per le mani maschere di ogni tipo ed ecco alcuni prodotti economici che posso consigliare.

  1. Le maschere Wed’ze sono tra gli economici uno dei prodotti più competitivi con prezzi a partire da circa 15 €. La lente ha una qualità medio-bassa, il campo visivo è molto ridotto ma almeno la lente è doppia e questo vi da un minimo di resistenza all’appannamento.
  2. Hai pensato a una maschera usata? Su Ebay puoi trovare maschere usate Oakley, Spy, Smith a prezzi davvero bassi. Personalmente se avessi un budget molto ridotto invece di comprare una maschera molto economica opterei per una maschera usata di marca.

Maschera snowboard fotocromatica

Tutti i principali brand oggi offrono almeno un prodotto con lente fotocromatica. Le lenti fotocromatiche sono molto comode perché si adattano in maniera autonoma alla luminosità. Ho avuto personalmente la possibilità di provare le Lenti The One di Out Of e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Avere la lente giusta per ogni condizione senza doversi preoccupare della condizione è davvero fantastico. Le lenti The One sono disponibili in diverse colorazioni ma se scegli questo tipo di lente ti consiglio di optare per le versioni The One Nero o the One Gelo. Queste due colorazioni offrono un’escursione molto più ampia delle altre.

 

 

Maschera snowboard: come scegliere

5/5 - 1 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *