SUP Come scegliere e come iniziare

quale sup comprare e tutti i consigli

Sup quale comprare

Lo stand up paddle, SUP ormai per tutti, negli ultimi anni è diventato molto popolare. Ammetto che inizialmente lo guardavo con un pò di diffidenza e quando vidi i primi sup in acqua non capivo quale fosse il divertimento nell’usarlo. Tuttavia incuriosito decisi di provare e mi sono dovuto ricredere. Uno dei fattori più importanti nel successo del sup è la semplicità di utilizzo. In mare calmo, laghi o acqua piatta, muovere i primi passi a bordo di queste tavole è assolutamente alla portata di tutti. Non servono particolari doti di equilibrio, allenamento o fisicità. Il sup può essere usato a seconda del proprio livello in diverse situazioni. Se hai un buon equilibrio ti consiglio di provarlo tra le onde. Parti con onde di piccole dimensioni per poi alzare il tiro gradualmente sempre senza esagerare. La cosa che apprezzo di più è che è possibile divertirsi anche con onde di dimensioni molto piccole. Se sei un neofita totale, o non hai altre esperienze di tavole ti consiglio invece di cominciare con il flat, cioè l’acqua piatta. Puoi fare piccole escursioni in mare, in laguna o al lago e goderti la natura facendo una buona attività fisica. Il sup è uno sport molto completo perché coinvolge tutto il corpo, inoltre migliora l’equilibrio e possiamo decidere noi quanto rendere impegnativa la nostra sessione aumentando il ritmo e le distanze. Preparati perché queste attività creano una vera e propria dipendenza, ho scritto anche un articolo riguardo a questo tema. Ma prima di cominciare vediamo quali sono gli accorgimenti da prendere, come iniziare a fare sup, come pagaiare e altri consigli. Per avere le migliori risposte sono andato direttamente al centro surf e sup 151 Riccione, uno dei più noti centri sup della riviera romagnola.

Come iniziare a fare sup

Iniziare a fare sup è semplice e potete cominciare anche da soli se avete già esperienze in acqua e in mare, tuttavia non prendete “sotto gamba” nessuna attività di questo tipo.  Per divertirsi in sicurezza occorre avere alcuni accorgimenti. Per muovere i primi passi affidarsi a un centro specializzato è sicuramente la strada migliore. Se non hai un centro nelle vicinanze o non puoi farlo cercate per lo meno di affidati a qualcuno di più esperto per le prime uscite. Questo ti farà risparmiare tempo e ti eviterà rischi inutili.

A tal proposito ho fatto alcune domande a Claudio e Francesco del centro surf e sup 151 Riccione

Quali sono gli accorgimenti e le precauzioni da adottare prima di entrare in acqua con il nostro sup? Il sup è facile e alla portata di tutti è vero ma ricordati che sei in mare. Per questo ecco alcuni punti fondamentali da rispettare:

  • E’ importante avere un dispositivo di galleggiamento in particolare se non siamo dei buoni nuotatori;
  • Controlla la situazione meteo-marina e le previsioni. Le condizioni del mare e il vento devono essere adeguate al mezzo e alla tue capacità;
  • Non usare il sup senza leash, il sup può essere pericoloso e colpire altre persone in acqua;
  • Se fai itinerari lunghi e ti allontani dalla costa è meglio avere un telefono impermeabile per le emergenze;
  • Avvisa sempre qualcuno prima di andare in acqua e digli quando pensi di rientrare;
Scuola di sup Riccione
Gli insegnati della 151 H20 Riccione con alcuni allievi

Quale Sup per iniziare

Quale attrezzatura consigliate per cominciare? Per chi vuole provare è possibile noleggiare e fare le prime esperienze. Altrimenti durante il corso il noleggio dell’attrezzatura è compreso nel prezzo della lezione.

  • Per il cruising (passeggiata in sup) come prima tavola consigliamo un gonfiabile. E’ più sicuro in caso di cadute sulla tavola o se ti arriva in testa. Può capitare di cadere con le ginocchia sulla tavola o in alcuni casi che la tavola ci colpisca in testa. Con i sup gonfiabili in questi casi siamo più tranquilli.
  • Per chi vuole divertirsi anche nelle onde meglio un sup rigido.

Qualche consiglio sulla pagaia da sup per principiante? Per i principianti meglio iniziare con una pagaia regolabile. Come prima pagaia vanno bene anche quelle in alluminio, se hai un pò di budget con una regolabile in carbonio hai una spinta maggiore e meno faticosa.

Quale Sup gonfiabile scegliere

I sup gonfiabili stanno spopolando e negli ultimi anni vengono utilizzati sempre di più. In commercio se ne trovano molti marchi e modelli e tutti i maggiori brand oggi offrono il loro gonfiabile. Il gonfiabile ha il grande vantaggio di essere facilmente trasportabile. Da sgonfio occupa circa lo spazio di una valigia e questo è davvero comodo. Il gonfiabile inoltre non si rompe se cade a terra o urta contro scogli o altro quindi è meno fragile agli urti.   Tuttavia anche il gonfiabile ha alcuni punti deboli.  Questi sup hanno un sistema di gonfiaggio e delle nastrature, che con il tempo o se non trattate con i giusti accorgimenti possono dare luogo a perdite d’aria. Una delle principali differenze tra i migliori sup e quelli economici è proprio la qualità e la durata di queste rifiniture. Se vuoi una tavola gonfiabile che duri nel tempo o da strapazzare senza problemi punta sulla qualità. Come vedrai fra poco ci sono alternative a prezzi molto competitivi ma la qualità e la durata nel tempo sarà proporzionata al prezzo.  Tra i migliori sup gonfiabili  c’è Fanatic, se non hai problemi di budget te li consiglio. Molti centri sup in Italia e all’estero li usano regolarmente, sono affidabili, ben costruiti e il brand Fanatic da sempre ha un’ottimo servizio post-vendita. Un altro top brand nel sup gonfiabili è RRD che offre una gamma di gonfiabili tra le più complete in assoluto. Anche in questo caso ottima qualità del prodotto e post-vendita efficiente. La sede è in Italia e questo gioca a favore in caso di necessità di assistenza. In fine ecco due brand che producono sup gonfiabili economici ma abbastanza validi. Z-ray da anni produce una linea di Sup gonfiabili ad ottimo prezzo. E’ ben distribuito in tutta europa e oggi può contare su un buon prodotto. Non mi piace la pagaia in dotazione ma questo è un problema della maggior parte delle pagaie in dotazione nei sup gonfiabili a parte i top brand. Quindi voto si ai sup Z-ray ma prendete una bella pagaia a parte se volete divertirvi al top. In fine (per ora) Aqua Marina è un produttore cinese che offre tavole gonfiabili a prezzo molto accessibile. Purtroppo in caso di assistenza non potete contare su un post vendita ai livelli dei top brand ma il prezzo è ottimo e il prodotto fa il suo dovere. Diciamo che per fare passeggiate in acqua calma va più che bene.

Sup Gonfiabile J-Bay nove piedi

 

Quale Sup comprare

Qui sopra abbiamo parlato di quale sup gonfiabile acquistare. Come avrai visto però esistono anche sup rigidi, quindi vediamo di capire quali sono le principali differenze tra i due prodotti e quando comprare uno o l’altro. Vediamo brevemente i lati positivi e negativi di ognuno dei due:

SUP GONFIABILE

 comodità di trasporto;

  è più sicuro per principianti;

 disponibilità di prodotti economici;

  Durata nel tempo;

  Prestazioni minori dovute al flex;

 

SUP RIGIDO

 Durata quasi eterna;

  Prestazioni ottime anche nelle onde;

 Possibilità di trasportare più persone o materiale;

  Scomodità di trasporto;

  Meno sicuro per principianti;

 

A questo punto dovresti avere un quadro più chiaro della situazione, anzi magari hai già escluso uno dei due tipi valutando le tue esigenze e aspettative. In pratica se vuoi un sup per divertirti principalmente nelle onde è meglio che scegli un rigido. Tra i migliori sup wave ti consiglio il Fanatic Stubby e All Wave, oppure Starboard e RRD. Questi 3 brand producono tavole con prestazioni incredibili ma i prezzi non sono sempre accessibili. Se cerchi un sup da onda ma non hai grandi esigenze e non vuoi svenarti i BIC Performer sono un ottimo compromesso e anche RRD Whassup è un prodotto ottimo. Subito dietro questi top brand esistono molti marchi che producono tavole di buon livello tra cui i sup Tom Caruso. A questo punto ti ho dato un bel pò di indicazioni ma rimane una delle domande che ricevo più spesso. Quale misura di sup acquistare?

Sup quale misura

Nelle descrizioni della maggior parte delle tavole trovate una lista delle specifiche con tutte le misure, il livello e il peso del rider consigliato per quella tavola (di solito un range di pesi). Quindi investite un pò di tempo a leggere bene la descrizione della tavola. Ritrovarsi una tavola troppo piccola che non sostiene il nostro peso non è bello. Lascia girare con tavole sottodimensionate i “super-pro”.

Lunghezza del sup

In linea generale le tavole di grandi dimensioni (sopra 12″) sono indicate per velocità e grandi percorrenze. Le tavole tra 9″ e 11″ sono le più indicate per divertirsi anche nelle onde perché più manovrabili. Le tavole sotto i 9″ sono molto agili e ideali nelle onde ma attenzione a non esagerare. Controlla che il volume sia sufficiente per il tuo peso nelle specifiche del costruttore e verifica anche che la tavola sia indicata per il tuo livello. I più esperti riescono a sfruttare anche tavole al limite di volume facendo leva sull’esperienza ma se non sei ancora esperto meglio stare abbondanti. In fine se cerchi una tavola crossover o per divertirti con la famiglia o per passeggiate opta per tavole dai 10″ ai 11″.5′.

Larghezza

Se sei un principiante o pesi sopra gli 80 Kg attenzione alla larghezza. Una tavola larga almeno 32″ ti garantirà la giusta stabilità. Sotto questa misura sei a rischio. Sotto i 30″ si parla di tavole molto scorrevoli e di solito usate nelle race cioè le gare di velocità e distanza, ma queste necessitano di molto equilibrio ed esperienza per essere sfruttate. Tienine conto. Personalmente preferisco sempre tavole un pò larghe a discapito della velocità.

Volume

Il volume è un fattore molto importante. Avere volume significa avere galleggiamento, in pratica se prendi una tavola con un volume troppo basso tenderà ad affondare sotto il tuo peso che non è una bella cosa. Fino a qualche tempo fa per calcolare il giusto volume si usava raddoppiare il peso del rider. In pratica se pesavi 70 Kg il consiglio era di optare per tavole di 140 litri. Oggi le tavole si sono evolute e questo fattore di moltiplicazione sarebbe da rivedere. Il mio consiglio è di usare un moltiplicatore 1.8. In pratica se pesi 70 Kg una tavola con circa 125 Litri di volume è stabile quanto basta. Se vuoi una tavola molto stabile abbonda e usa il moltiplicatore 2.

vendita sup

SUP Come scegliere e come iniziare

4.9/5 - 8 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *